Assicurazione Opel

Proteggi la tua Opel con le polizze auto Verti

 

345298~|verti-medium~|insurance-car-alt3-64~|
Calcola un preventivo per la tua Opel

Targa non valida! Non hai ancora la targa dell'auto?

Data di nascita non valida

Opel

La storia di Opel iniziò 1862 quando ancora si trattava di un’azienda produttrice di macchine per cucire, ma nel 1899 i figli del fondatore Adam Opel decisero di entrare nel mercato automobilistico con il primo modello della casa tedesca, la Patent-Motorwagen, una vettura molto simile a una carrozza ma spinta da un motore da 3.5 CV. Seguirono diverse collaborazioni con altre aziende produttrici tedesche e francesi, grazie alle quali Opel arrivò alla fine del decennio a contare undici modelli nella propria gamma, a partire dalla economica 4/8 PS fino alla più costosa 33/60 PS.

Durante il primo conflitto mondiale, Opel fu costretta a produrre motori aeronautici, cosa che le permise di sperimentare nuove soluzioni tecnologiche. In seguito alla fine della guerra vi fu un breve periodo in cui a molte aziende automobilistiche tedesche fu vietata la produzione di veicoli a motore, Opel compresa. Nonostante la rimozione del divieto nel 1917, sei anni più tardi la casa tedesca dovette chiudere a causa delle scarse vendite. Questa situazione di crisi spinse i dirigenti ad approfondire la tecnologia della catena di montaggio, grazie alla quale riuscirono a riaprire i battenti nel 1924 e a produrre in serie il modello 4/12 PS, vettura economica che riscosse un notevole successo dal pubblico tedesco.

Nel 1929 vi fu un altro evento importante per la storia di Opel: la vendita dell’80% delle azioni dell’azienda alla holding americana General Motors, un accordo che prevedeva l’indipendenza progettuale e strategica della casa del fulmine e il divieto di commercializzare in Germania le vetture degli altri marchi del gruppo GM. Negli anni Trenta debuttarono altri due modelli di successo: nel 1935 fu il turno di Olympia, prima vettura Opel a scocca portante, mentre l’anno successivo venne lanciata Kadett.

Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale, Opel tornò alla produzione di veicoli e motori a uso militare. Fu un periodo di perdite notevoli per la casa tedesca: i due stabilimenti di Brandeburgo e Rüsselsheim non furono risparmiati dai bombardamenti e solo il secondo venne ricostruito al termine del conflitto. La produzione di veicoli riprese solo nel 1947 con una versione aggiornata di Olympia, mentre nell’anno successivo venne proposto il modello Kapitän di fascia alta.

La ripresa ebbe inizio nel 1953 con il lancio di Olympia Rekord che replicò il successo del suo modello predecessore. Gli anni Sessanta invece videro l’uscita di numerosi nuovi modelli:

  • nel 1962, in occasione del centenario della casa, venne lanciata la nuova Kadett, una fortunata vettura di fascia medio-bassa
  • tra il 1963 e il 1964 uscirono Rekord A e Kapitän A, nuove generazioni di modelli già esistenti
  • il 1968 fu segnato dalla presentazione di Opel GT, la prima auto sportiva della casa simile a una Corvette.

Dopo le due crisi energetiche degli anni Settanta, Opel riuscì a riprendersi nel 1982 grazie alla sua prima vera utilitaria, Opel Corsa, destinata ad ottenere un grande successo negli anni a venire. Ma non fu l’unica vettura degna di nota di questo decennio:

  • il 1986 fu segnato dall’uscita di Omega, la nuova ammiraglia della casa
  • l’anno seguente una vettura Opel ottenne per la prima volta il premio Auto dell’Anno grazie alla nuova Kadett Cabrio
  • nel 1989 venne lanciata Opel Calibra, vettura sportiva che venne considerata l’auto più aerodinamica del mondo per diversi anni a seguire.

Il nuovo millennio si aprì con diverse collaborazioni per Opel:

  • dalla partnership con Fiat nacquero la quarta generazione di Opel Corsa e di Combo, furgoncino che condivise molti aspetti di Fiat Doblò
  • un progetto congiunto con Suzuki diede come risultato Opel Agila, monovolume con cui la casa tedesca volle rinfrescare la propria gamma.

Nel 2017 avvenne l’importante acquisto dell’azienda da parte del Groupe PSA, grazie alla quale il colosso francese divenne il secondo produttore di auto europeo dopo Volkswagen. Quattro anni dopo avvenne la nascita di Stellantis, frutto dell’unione tra i gruppi FCA e PSA, che portò anche Opel a confluire nel nuovo gruppo.

Assicurare la tua Opel con Verti è semplice: puoi calcolare online un preventivo per la tua polizza auto in pochi secondi. In più, hai la possibilità di personalizzare la tua assicurazione auto con le garanzie accessorie che ti tutelano da numerosi rischi.

Scopri di più sui modelli più conosciuti di Opel:

Cerchi una polizza RCA conveniente e personalizzata?

Scopri le nostre proposte e offerte.
Garanzie accessorie
Scopri come personalizzare la tua polizza RC Auto con le garanzie accessorie Verti.
Scopri le garanzie
Offerte disponibili
Scopri le offerte di Verti per una polizza conveniente.
Scopri le offerte
Assicurazione a rate
Con Verti puoi pagare anche a rate la polizza per la tua Opel.
Scopri come

Stai cercando un marchio diverso?

Scopri i marchi di auto più famosi e i loro modelli:

#VERTIBLOG