Assicurazione RC familiare

Grazie al Decreto Fiscale 2020, è stata introdotta l’RC familiare.

A partire dal 16/02/20, infatti, è possibile beneficiare della classe di merito più bassa presente in famiglia e riguarda veicoli di tipologia diversa, ossia il veicolo assicurato e quello da assicurare possono essere uguali oppure auto e moto e viceversa. L’RC familiare è applicabile sia su una nuova polizza che su una polizza di rinnovo.

Come funziona la RC familiare?

Se devi assicurare per la prima volta un nuovo veicolo o se devi rinnovare la polizza auto o moto, puoi usufruire della stessa classe di merito bonus malus di un altro veicolo in tuo possesso o di un tuo familiare convivente.
Pertanto, in caso di acquisto di un nuovo veicolo si può ereditare la storia dei sinistri e la classe di uno dei componenti del proprio nucleo familiare senza più vincoli di tipologia di veicolo: la classe bonus malus può essere trasferita anche tra auto e moto.
L’RC famiglia ha dunque risolto i limiti previsti dalla Legge Bersani che permetteva il trasferimento della classe di merito solo tra veicoli dello stesso tipo (auto con auto e moto con moto) e solo in caso di nuova immatricolazione.

In caso di rinnovo di polizza, puoi chiedere di ereditare la classe di merito più favorevole presente in famiglia (certificato dallo stato di famiglia), purché il tuo veicolo non abbia avuto sinistri con responsabilità paritaria o principale negli ultimi 5 anni.

Quali sono i requisiti necessari per richiedere l’assicurazione RC Familiare?

Ecco i requisiti necessari:
  • il veicolo dal quale ereditare la classe di merito deve essere assicurato e la polizza attiva; per le polizze Verti, l’agevolazione si applica solo se non c'è alcuna anomalia amministrativa, come ad esempio documenti mancanti
  • entrambi i veicoli devono essere intestati alla medesima persona oppure possono essere intestati a persone diverse purchè abbiano la stessa residenza
    entrambi i veicoli devono essere intestati a una persona fisica o ditta individuale
  • in caso di nuova polizza, il veicolo da assicurare deve essere di prima immatricolazione oppure un nuovo acquisto di veicolo usato. Il veicolo, quindi, deve essere assicurato per la prima volta dal contraente e l'immatricolazione o il passaggio di proprietà devono essere avvenuti negli ultimi 12 mesi
  • se si tratta di un rinnovo di polizza, sull’attestato di rischio non devono risultare sinistri di alcun tipo.

Quali documenti inviare, se l'auto in tuo possesso è assicurata con Verti?    

  • libretto di circolazione o DUC (documento unico di circolazione)/certificato di circolazione del veicolo che si intende assicurare completo di eventuale passaggio di proprietà definitivo
  • dichiarazione di stabile convivenza tra i proprietari del veicolo già assicurato e del veicolo da assicurare.

Quali documenti inviare, se l'auto in tuo possesso è assicurata con un'altra compagnia?

  • libretto di circolazione o DUC (documento unico di circolazione)/certificato di circolazione del veicolo che si intende assicurare completo di eventuale passaggio di proprietà definitivo
  • dichiarazione di stabile convivenza tra i proprietari del veicolo già assicurato e del veicolo da assicurare
  • documento attestante il rinnovo del contratto riferito al veicolo già assicurato (scheda di polizza o certificato oppure quietanza di pagamento).

È possibile risparmiare sul costo dell’assicurazione?

L’RC familiare non è certezza di risparmio.
Usufruire della stessa classe di merito (CU) non significa avere lo stesso premio assicurativo, perché il preventivo Verti è calcolato sulle tue caratteristiche, abitudini ed esigenze.