Home > Blog > La sicurezza dei bambini in strada: come proteggerli e sensibilizzarli

La sicurezza dei bambini in strada: come proteggerli e sensibilizzarli

Auto, Guida sicura

Sicurezza stradale dei bambini

20/10/2020

La sicurezza stradale è una tematica su cui è necessario porre molta attenzione, specialmente quando si parla dei bambini. Capire cosa porta a condotte scorrette alla guida, che sono causa di incidenti, è fondamentale per garantire una maggiore sicurezza dei più piccoli. Proprio in questo ambito si inserisce il Progetto “Sicuri si Nasce” di Verti e ASAPS (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale), una campagna per la sicurezza dei bambini in auto nata con l’obiettivo di produrre analisi e monitorare le forme di incidentalità stradale che coinvolgono i bambini. Grazie al progetto vengono inoltre individuati interventi di prevenzione verso la cittadinanza per sensibilizzare grandi e piccini. Questo progetto ha dato vita a un Osservatorio realizzato dalla sinergia tra Verti Assicurazioni e Fondazione ASAPS per la Sicurezza Stradale e Urbana.  

Sicurezza stradale dei bambini: i dati dell’Osservatorio per la Sicurezza Stradale Urbana

Dai dati emersi dall’Osservatorio per la Sicurezza Stradale Urbana emerge che, nel 2018, siano stati 43 gli incidenti su strada che hanno coinvolto anche i più piccoli e 49 di questi hanno purtroppo perso la vita.

Questo dato risulta in crescita del 22,5% in confronto al 2017, mentre migliora la situazione nel 2019. Lo scorso hanno infatti sono stati 38 gli incidenti con protagonisti anche i più piccoli. I bambini fra gli 0 e i 13 anni rimasti coinvolti in modo tragico sono stati 40: di questi 24 viaggiavano a bordo di un’automobile, mentre 12 erano pedoni. La maggior parte dei bambini coinvolti si trovavano poi su strade provinciali al momento dell’episodio, ben 22 su 40. Un altro dato significativo per capire l’importanza della sicurezza stradale dei bambini è quello che coinvolge le scuole: nel 2019 sono stati 78 gli incidenti vicino a queste strutture o nel percorso casa/scuola/casa e 19 gli scontri che hanno invece riguardato gli scuolabus.

Il livello di attenzione alla sicurezza stradale dei bambini è quindi aumentato, anche se l’obiettivo del progetto “Vision Zero” è ancora lontano. Stabilito dal Piano Nazionale della sicurezza stradale “Orizzonte 2020” e messo in atto in diversi Paesi europei, questo progetto ha come fine quello di arrivare a un futuro in cui non ci siano più minori vittime di incidenti stradali. Con materiali informativi stampati da diffondere in ambulatori, ospedali e tramite massi media, il tentativo è quello di coinvolgere il mondo degli adulti sulla necessità di assicurare correttamente i bambini che viaggiano in auto.

Sensibilizzare alla sicurezza stradale dei bambini, come veicolare il messaggio?

La sicurezza stradale è una tematica che è importante affrontare anche con i bambini. Il consiglio è quindi quello di iniziare a parlare di educazione stradale già dall’età di 4 anni. Inizia trasformando il tutto in un gioco, per insegnare le regole basilari per la sicurezza: non attraversare la strada da soli e con il semaforo rosso, guardare sempre in entrambi i sensi di marcia prima di passare, camminare sul marciapiede e mai in strada…

Sempre sotto forma di gioco potrai far scoprire ai tuoi bambini i diversi cartelli stradali. Quando uscite a fare una passeggiata invitali a guardare forma, colore e immagine dei vari cartelli che incontrate, spiegandone poi il significato: una volta in auto lancia la gara a chi vede più cartelli, assegnando un punto in più a chi si ricorda anche il significato.

Questo gioco può anche essere riproposto fra le mura domestiche. Ti basterà trasformare le stanze di casa in strade di città, creando con del cartone e dei pennarelli dei cartelli da appendere in vari punti dell’appartamento. Impareranno così a riconoscere e rispettare i diversi segnali, e saranno poi in strada dei cittadini attenti e responsabili.

L’educazione stradale passa sia dalla famiglia che dalla scuola. Edustrada ad esempio è un progetto nazionale del Ministero dell’Istruzione per l’Educazione stradale nelle scuole. Si tratta di una piattaforma interattiva per gli alunni di ogni ordine e grado dove i docenti possono consultare le iniziative didattiche e i concorsi dedicati alle scuole, nonché raccogliere contenuti informativi sui temi della sicurezza stradale e dei corretti comportamenti da adottare sulla strada.

Facendo un po’ di ricerche troverai infine moltissime applicazioni che trattano il tema di sicurezza stradale, come Vigilandia, Girando per la città e SmanApp, ricche di contenuti educativi, divertenti e adatti a sensibilizzare i più piccoli a riguardo. Attraverso immagini colorate, attività ed esercizi interattivi i bambini impareranno come si deve comportare un pedone, un ciclista o un automobilista quando si trova in strada. Allo stesso tempo i libri rappresentano un prezioso contributo: esistono molte pubblicazioni per l’infanzia utili per insegnare regole e disciplina della strada ai bambini.

Insomma, conoscere le regole e l’importanza della sicurezza stradale è un aspetto fondamentale per tutti, grandi e piccini!

Share This