Come trasferire assicurazione auto a un nuovo veicolo

Hai appena acquistato una nuova auto e devi trasferire la tua assicurazione? Nessun problema: ecco cosa fare.
Come trasferire assicurazione auto
Quando acquisti un veicolo nuovo l’ultima cosa che ti viene in mente è cosa fare dell’assicurazione. Effettivamente l’entusiasmo di un acquisto così importante non deve essere smorzato da urgenze “burocratiche”, ecco perchè ci siamo noi. Tu goditi la tua nuova auto e noi ti spieghiamo cosa fare con l’assicurazione.

Trasferimento dell'assicurazione auto   

L’acquisto di una nuova vettura non necessariamente comporta la sottoscrizione di un nuovo contratto assicurativo. Esistono casistiche, previste dalla normativa, che permettono di sfruttare il contratto assicurativo in essere sulla vecchia auto ovvero usufruire della classe di merito maturata.

Come passare l'assicurazione sull'auto nuova

In questo caso puoi mantenere attivo il contratto assicurativo, con tutte le scadenze specificate, e quindi usufruire della classe CU maturata. É necessario effettuare un’appendice di contratto in cui vengono aggiornati i dati del veicolo vecchio con quelli del nuovo veicolo. Per poter mantenere attivo il contratto sono previste una serie di condizioni, in particolare:

•    nuova immatricolazione al PRA: non è necessario che l’auto sia “nuova” intesa come appena uscita dal concessionario; è possibile trasferire la classe e il contratto anche su un’auto usata, l’importante è che sia reimmatricolata con i dati del nuovo proprietario.
•    fermo proprietario: l’auto nuova deve essere intestata al medesimo proprietario dell’auto che viene sostituita. In alternativa l’auto può essere intestata al coniuge in comunione dei beni. È possibile inoltre mantenere la classe anche con altre specifiche condizioni (es. convivente di fatto, eredi, ecc.): per questo il consiglio è quello di chiedere alla tua compagnia assicuratrice di riferimento.
•    alienazione veicolo precedente: la vecchia auto deve soddisfare una di queste casistiche ossia deve essere demolita, venduta, esportata all’estero, consegnata in conto vendita.  E se volessi tenerla di ricordo o usarla come fioriera in giardino? Nessun problema, l’importante è consegnare le targhe al PRA.
•    stessa tipologia del veicolo: il veicolo deve appartenere alla medesima categoria. In soldoni, per poter usufruire dello stesso contratto assicurativo un’auto può essere sostituita con un’altra auto, un motoveicolo con un altro motoveicolo.
Una volta soddisfatte queste condizioni la polizza rimane attiva, aggiornata con i dati del nuovo veicolo, fino alla scadenza del contratto.
In ogni caso, il consiglio è quello di rivolgerti sempre alla tua compagnia di assicurazione per avere tutti i dettagli rispetto alla procedura da applicare e alla documentazione da fornire.

Auto sostitutiva con Verti

Con Verti è possibile effettuare la sostituzione auto anche online. E’ sufficiente inserire i dati della nuova auto e il gioco è fatto (ovviamente dovrai essere in possesso della nuova targa).

Auto intestata a persona giuridica

Il mantenimento in essere del contratto assicurativo in caso di acquisto di nuovo veicolo è possibile anche nel caso di:
•    trasferimento di proprietà del veicolo da ditta individuale a persona fisica e viceversa
•    trasferimento di proprietà del veicolo da società di persona al socio con responsaiblità e viceversa
Anche in questi casi è necessario che il veicolo sostituito venga alienato e il veicolo nuovo appartenga alla medesima categoria di quello precedente.

E se volessi tenere l'auto vecchia?

In questo caso dovrai sottoscrivere un nuovo contratto assicurativo, ma potrai mantenere la classe di merito maturata negli anni a queste condizioni:
•    il proprietario deve essere il medesimo o un suo familiare stabilmente convivente (coniuge o convivente “more uxorio” o persona unita civilmente o familiare stabilmente convivente). Facciamo un esempio: l’auto di famiglia è intestata al padre, l’auto  nuova può essere intestata al figlio purchè stabilmente convivente col padre.
•    il proprietario (o locatario in caso di leasing) deve essere una persona fisica
•    il veicolo acquistato deve essere della stessa categoria del veicolo presente sul contratto di assicurazione da cui si “eredita” la classe di merito.