Assicurazione per neo patentati

“Tutti li vogliono e nessuno li piglia”. Potremmo dire, così se volessimo dare una scherzosa definizione dei neo patentati. La verità è un’altra e merita un attento approfondimento.

Assicurazione per neo patentati

Chi sono i neo patentati?

Innanzitutto sgombriamo il campo da errori di interpretazione: il neo patentato non è solo il giovane diciottenne che vede nella patente, e quindi nell’auto, uno strumento di emancipazione. Per neo patentato si intende, più estensivamente, qualunque soggetto che abbia conseguito la patente A2, A, B1 o B entro un periodo di tempo che va da meno di un anno fino a tre anni, quindi la definizione di neo patentato è indipendentemente dall’età.

Cosa dice la normativa sui neo patentati?

In generale il neo patentato è un “osservato speciale”; la normativa prevede, infatti, nelle infrazioni di media e alta gravità, una sanzione accessoria per il neopatentato che può arrivare fino alla revoca della patente. Inoltre il neo patento è soggetto a maggiori restrizioni rispetto ai possessori di patente B con più esperienza. L’articolo 117 del Codice della Strada prevede:  


Limiti di velocità: divieto di superamento della velocità di 100 km/h (in autostrada) e di 90 km/h (strade extraurbane) per i primi 3 anni dal conseguimento della patente A2, A, B1 e B

Limiti di utilizzo di alcuni veicoli: divieto di guida di autoveicoli con rapporto tra il loro peso e la potenza superiore a 55 kW per tonnellata e con potenza massima superiore ai 70kW – 95 cavalli, per il primo anno dal rilascio della patente


Questi dati tecnici corrispondono, ovviamente, a veicoli di una certa potenza, tale per cui possono rappresentare un potenziale pericolo per i guidatori inesperti. In caso di dubbio rispetto all’effettiva potenza del veicolo, il portale dell’automobilista permette, con l’inserimento della targa, di risalire ai dati tecnici del veicolo e di conseguenza verificare che il neo patentato sia autorizzato o meno alla guida.

Quali sono i criteri assicurativi?

Così come per la normativa, anche per le assicurazioni il neo patentato è un “osservato speciale”. Vi sono, infatti, alcuni dati che vengono considerati nella definizione del rischio che hanno un impatto sulla tariffa del neo patentato. Nello specifico:
 
Classe universale: salvo diverse disposizioni, un neo patentato inizia la sua storia assicurativa partendo dalla classe di merito CU 14   
Anni di patente: la poca esperienza alla guida rappresenta un fattore di rischio che impatta sulla tariffa
Giovane età: nel caso specifico di neo patentati giovani l’età diventa un ulteriore fattore di rischio perché, statistiche alla mano, i guidatori con meno di 25 anni provocano più incidenti rispetto ai guidatori più “maturi”.
 
Detto questo, va rilevato che l’assicurazione per RC è una forma di tutela per tutti gli utenti della strada, per tale motivo il rischio viene commisurato a una determinata tariffa.
Nondimeno è possibile trovare un giusto compromesso, verificando ad esempio l’opportunità di poter usufruire della bonus malus agevolata. In ogni caso il consiglio è, per il neo patentato e per il più esperto: guida con prudenza.