Assicurazione atti vandalici: cosa copre

Per spiegare la garanzia atti vandalici, utilissima, dovremo fare una carrellata di “tutto quello che non succede, ma se succede…”, quindi, una volta fatti i dovuti scongiuri, leggi con attenzione cosa copre questa garanzia… non si sa mai!

Assicurazione atti vandalici: cosa copre

Gli atti vandalici sono una garanzia accessoria

Innanzitutto partiamo col dire che si tratta di una garanzia accessoria. Cosa significa? Semplicemente che non è un obbligo di legge, ma un’opzione che molte compagnie assicurative offrono al fine di tutelare il tuo veicolo. Si tratta in sostanza di un’estensione del pacchetto assicurativo che l’assicurato può decidere di inserire in contratto.

Le compagnie di assicurazioni si riservano il diritto di estendere questa garanzia a seconda delle caratteristiche dell’auto ovvero di altri dati inseriti in polizza. Vale la pena leggere con attenzione le Condizioni di polizza della tua compagnia per avere tutte le informazioni di dettaglio. Quello di Verti lo trovi qui

Cosa coprono gli atti vandalici

In generale la garanzia copre i danni materiali occorsi al tuo veicolo, a seguito di atti vandalici. Le compagnie assicurative si impegnano a risarcire l'assicurato per il prezzo totale o parziale del veicolo, in base al tipo di danno subito. Ma cosa intendono le assicurazioni per atti vandalici?

Facciamo qualche esempio, partendo dai più frequenti fino ad arrivare alle “catastrofi”: 

strisciata con chiavi sulla carrozzeria: lo sappiamo è un comportamento riprovevole (siamo stati “signori”), ma capita spesso di vedere carrozzerie auto usate come pagine bianche in cui qualche romanziere in erba decide di lasciare la propria poetica, con scritte il più delle volte poco edificanti. Ecco questo è il classico caso di atto vandalico che la garanzia copre. E se pensi che, in fondo, sia una goliardata prova a chiedere un preventivo al tuo carrozziere di fiducia per cambiare idea.

scioperi e sommosse: per quanto le cose altrui dovrebbero essere sempre rispettate, così come gli arredi urbani che appartengono alla comunità, può capitare che in momenti concitati l’educazione civica venga bellamente messa da parte, con danno per pubblico e privati. Anche in questo caso la garanzia atti vandalici copre i danni causati da qualche facinoroso.

atti di sabotaggio: cominciamo col dire che il sabotaggio è un reato penalmente perseguibile. Detto questo per avere un elenco esaustivo degli esempi di sabotaggio delle auto puoi fare riferimento a tutti i film su 007, potrai farti una cultura.

atti di terrorismo: lo inseriamo a buon titolo nella categoria “catastrofe”, con l’auspicio che nessuno di noi debba mai ricorrere alla garanzia atti vandalici, per questo evento.

Cosa serve per denunciare il sinistro per atti vandalici

Al fine di ottenere il rimborso da parte della tua assicurazione è necessario, prima di tutto, denunciare il sinistro subito. Questa denuncia dovrà poi essere corredata da un documento che attesti quanto accaduto. Può essere un’autocertificazione, una denuncia fatta alle autorità competenti, ma anche lo stralcio di un articolo di giornale che attesti l’accadimento di un particolare evento. Anche in questo caso il nostro consiglio è quello di rivolgerti alla tua assicurazione per avere tutte le informazioni necessarie.

Detto questo: non succederà mai nulla alla tua auto, ma “prevenire è meglio che curare”. 

Che ne dici di fare un preventivo e aggiungere la polizza atti vandalici