Seggiolino anti abbandono: firmato il decreto

È stato firmato il decreto che rende obbligatoria la dotazione di dispositivi con sensori anti abbandono per i seggiolini auto dei bambini con età inferiore ai 4 anni.
Seggiolino antiabbandono firmato il decreto
L’installazione di seggiolini e/o dispositivi anti abbandono è realtà; sull’onda dei tragici avvenimenti degli ultimi anni è stato firmato il decreto attuativo che rende obbligatorio, a partire da marzo 2020, la dotazione di dispositivi anti abbandono fino ai 4 anni d’età per prevenire un fenomeno in continuo aumento, ovvero quello dei bambini dimenticati in auto.

Cosa sono i seggiolini anti abbandono  

I dispositivi anti abbandono sono accessori incorporati o installabili nei seggiolini auto che hanno l’obiettivo di ridurre i casi in cui i bambini vengono dimenticati in auto.
Ecco le caratteristiche funzionali del dispositivo:
•    deve segnalare la presenza di un bambini di età inferiore ai 4 anni
•    deve attivarsi automaticamente a ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente
•    il segnale, sonoro e/o visivo, deve essere percepito sia all’interno dell’abitacolo sia all’esterno del mezzo.
•    se alimentato a batteria, il dispositivo deve essere in grado di segnalare al conducente livelli bassi di carica rimanente, per evitare che si spenga
•    può essere dotato di un sistema di comunicazione automatico, digital, in grado di connettersi con i device del conducente ed, eventualmente, forze dell’ordine
E ovviamente il dispositivo anti abbandono non deve interferire con la funzionalità dei seggiolini omologati su cui viene installato.
Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, la normativa non entra nel dettaglio. In commercio possiamo quindi trovare:
•    dispositivi composti di una o più parti
•    dispositivi che si integrano al seggiolino già in uso
•    dispositivi integrati all’auto
•    essere indipendente sia dal seggiolino sia dal veicolo

Incentivi per dispositivi anti abbandono

Nel decreto è previsto un contributo fino a 30 euro per l’acquisto di dispositivi anti abbandono, rimangono da definire le modalità con cui richiedere la somma. Al di là della somma finanziata è bene ricordare quanto questi dispositivi possano essere utili e, a volte, determinanti: la vita frenetica che conduciamo mette a rischio il nostro benessere e quello dei nostri figli, quindi avere un “aiuto” tecnologico sempre vigile è un’opportunità da sfruttare e, presto, un obbligo di legge.

Sanzioni previste in caso di mancato utilizzo dei dispositivi anti abbandono

Una volta entrata in vigore la normativa, chi non risulta in regola è soggetto a una sanzione amministrativa che va dagli 81 euro ai 326 euro e la decurtazione di 5 punti della patente.