Home > Blog > Scooter a tre ruote: caratteristiche, patente e vantaggi

Scooter a tre ruote: caratteristiche, patente e vantaggi

Moto

Scooter a tre ruote: caratteristiche, patente e vantaggi

07/04/2021

Negli ultimi anni la tecnologia in ambito meccanico ha fatto dei passi da gigante. Sono nati moltissimi nuovi modelli di auto e di moto che giorno per giorno hanno iniziato a circolare sulle nostre strade.Tra questi una significativa novità nel mercato delle moto è rappresentata dallo scooter a tre ruote. Ecco qualche informazione sui motivi del successo di questo mezzo di trasporto.

 

Scooter a tre ruote: cosa sapere prima di acquistarlo

 Lo scooter a tre ruote ha diverse caratteristiche tecniche da prendere in considerazione: il peso maggiorato e la terza ruota offrono una superficie di aderenza all’asfalto più ampia che, grazie ad un maggiore effetto giroscopico, dona una stabilità superiore al guidatore. Inoltre, la ridistribuzione dei pesi meccanici anche nella parte anteriore, riequilibria il peso del mezzo che, nei comuni scooter, è sbilanciato nella parte posteriore. Oltre ad avere un’estetica e un design molto particolari, quindi, lo scooter a tre ruote è caratterizzato da un’estrema facilità di guida e da una maggiore sicurezza in termini di stabilità e portata.

In alcuni modelli inoltre è presente anche una larga cappotta che, in caso di incidenti o cadute, aumenta il senso di sicurezza proteggendo il corpo da eventuali impatti con l’asfalto. Proprio questa specifica è molto utile per chi necessita di utilizzare la moto anche nella stagione invernale: la copertura, infatti, permette al guidatore di ripararsi facilmente dalla pioggia. Ovviamente, questi benefici vanno a discapito della praticipità e dell’agilità del mezzo: diciamo che se devi spostarti nei centri delle grandi città questo scooter potrebbe risultare un po’ scomodo.

 

Come si guida uno scooter a tre ruote?

Sei indeciso se acquistare o meno uno scooter a tre ruote perché il tuo timore è quello di non saperlo portare? Niente paura, è semplicissimo da guidare. Guidare questo mezzo può addirittura risultare più facile rispetto a guidare una moto vera e propria.

La caratteristica principale è una misura minima della carreggiata anteriore, ovvero la distanza tra le due ruote davanti. Il pedale del freno è, inoltre, posizionato sulla pedana. Con la manopola destra, invece, è possibile accelerare. Nessun timore neanche sulle curve: la stabilità che caratterizza il mezzo diminuisce il pericolo di caduta. Ovviamente, è opportuno rientrare sempre nei limiti di velocità e guidare con prudenza. In ultimo, lo scooter a tre ruote è molto comodo anche ai semafori o agli stop: non avrai bisogno di appoggiare i piedi a terra per rimanere in equilibrio, ma ti basterà bloccare la sospensione anteriore con un pulsante o una leva.

 

Scooter a tre ruote: quale patente occorre per guidarlo

Se ti stai chiedendo se basterà la patente dell’automobile per la guida del mezzo, la risposta è sì. Occorrerà, infatti, essere in possesso di una patente B per poter guidare la maggior parte degli scooter a tre ruote presenti sul mercato senza incorrere in sanzioni. Per il Codice della Strada lo scooter a tre ruote è paragonabile all’Ape. Per essere guidato con la patente B deve rispettare i limiti di dimensione (4 metri di lunghezza, 2 metri di largherzza e 2,5 metri di altezza e non superare i 1000 kg). Inoltre, la carreggiata deve essere superiore ai 46,5 cm di larghezza, se inferiore necessita di patente A.

Share This