Multa guida con cellulare, novità 2019

Lo sai che quattro incidenti stradali su dieci avvengono per distrazione alla guida? In particolare l’uso improprio del cellulare al volante è una delle cause maggiori di incidenti.
Multa guida con cellulare
Le statistiche dell’Istat presentate alla commissione Trasporti della Camera parlano chiaro: circa il 41% degli incidenti stradali sono dovuti alla distrazione al volante. Tanti, troppi, se si considera che la causa va ricercata nell’errore e superficialità di chi guida: utilizzo del cellulare in auto, mancato rispetto delle regole di precedenza e mancato rispetto dei limiti di velocità, sono i principali indiziati in questa drammatica classifica. Il fenomeno è talmente rilevante che da qualche mese si sta lavorando su un aggiornamento dell’attuale Codice della Strada che preveda regole più stringenti e punizioni più severe per tutti i guidatori distratti.

Cosa prevede il nuovo Codice della Strada rispetto all’uso dello smartphone?

Tra le varie modifiche proposte nel disegno di legge per il nuovo Codice della Strada, vi è un generale aumento della multa per chi guida con il cellulare. In particolare nella proposta di testo al vaglio in Parlamento è indicato il divieto di uso di “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante” e, aggiungiamo noi, gli occhi dalla strada. Attualmente il Codice della strada prevede il divieto di “di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore”, pena una sanzione amministrativa che va da un minimo di 160 euro fino a 646 euro e la sospensione della patente da 1 a 3 mesi nel caso in cui la stessa violazione avvenga durante i due anni successivi alla prima sanzione (articolo 173). La nuova proposta ha l’obiettivo di contrastare questa brutta e pericolosa abitudine, quindi prevede un inasprimento delle sanzioni. In soldoni, chi verrà pizzicato a utilizzare lo smartphone mentre guida, dovrà sborsare una somma compresa tra i 422 euro e i 1.697 euro e potrà vedersi sospesa la patante da 7 giorni fino a 2 mesi. Non solo: in caso di reiterazione dell’inflazione nel biennio successivo, verrà introdotta un’ulteriore sanzione amministrativa pecuniaria. La proposta di legge prevede, inoltre, un aggravio anche sulla decurtazione dei punti patente: da 5 a 10 punti patente.In soldini, chi verrà pizzicato a utilizzare lo smartphone mentre guida, dovrà sborsare una somma compresa tra i 422 euro e i 1.697 euro e potrà vedersi sospesa la patante da 7 giorni fino a 2 mesi. Non solo: in caso di reiterazione dell’inflazione nel biennio successivo, verrà introdotta un’ulteriore sanzione amministrativa pecuniaria. La proposta di legge prevede, inoltre, un aggravio anche sulla decurtazione dei punti patente: da 5 a 10 punti patente.

I rischi della guida con cellulare

Ma quanto è pericoloso guidare mentre si utilizza il cellulare? Tanto. Facciamo qualche esempio per avere le idee più chiare: secondo studi recenti i tempi di reazione di chi guida e contemporaneamente usa un dispositivo elettronico aumentano del 50%, questo significa che se parli al cellulare mentre guidi a 110 chilometri orari avrai bisogno di 14 metri in più prima di fermarti. Se questo non dovesse bastare, è stato dimostrato che utilizzare un apparecchio elettronico riduce la soglia di attenzione allo stesso livello di chi guida con un tasso alcolemico di 0.8 g/l.

Guidare in sicurezza ed evitare la multa si può, si deve. Come?

Prevenire il rischio si può, si deve.
•    utilizza i comandi del volante per rispondere al telefono in vivavoce, per modificare le stazioni radio, per interagire con il computer di bordo della tua vettura
•    metti il tuo cellulare in modalita “do not disturb” oppure installa l’App Guidaebasta, creata in collaborazione con Anas e Polizia di Stato che interagisce col tuo telefono mettendolo in modalità “do not disturb” e silenziando tutte le notifiche.
... soprattutto: usa il buon senso.