Incentivi auto elettriche e ibride 2019

Cominciamo bene l’anno con un buon proposito: facciamo del bene all’ambiente e magari anche alle nostre tasche. Come? Valutando l’acquisto di un’automobile elettrica o ibrida.

Incentivi auto elettriche e ibride 2019

Ecobonus

L’approvazione della legge di Bilancio ha ratificato l’ecobonus, un nuovo incentivo per auto elettriche e ibride, che si traduce in uno sconto sull’acquisto fino a 6.000 euro. Attraverso questo bonus sarà possibile, a partire dal 1° marzo 2019, acquistare auto ecologiche a un prezzo più contenuto. Gli incentivi sono riservati solo a modelli che rispettino determinati criteri di inquinamento e sono variabili a seconda delle emissioni di CO2.
In soldoni il bonus è suddiviso in tre fasce:
•    Sconto di 1.500 euro per l’acquisto di auto con emissioni tra i 70 e 90 grammi di CO2 a chilometro che arriva fino a 2.500 euro in caso di rottamazione
•    Sconto di 3.000 euro per l’acquisto di auto con emissioni tra i 20 e 70 grammi di CO2 a chilometro
•    Sconto fino a 6.000 euro per l’acquisto di auto con emissioni tra i 0 e 20 grammi di CO2 a chilometro
Sulle auto elettriche è previsto il limite del costo massimo del veicolo fissato a 61.000 euro di listino, quinsi saranno escluse dall’incentivo i modelli di lusso come Tesla Model S, Model X, Audi e-tron e Jaguar I-Pace.
Obiettivo di questi incentivi è facilitare la diffusione della mobilità sostenibile, aumentare il rinnovamento del parco auto “ecologiche” circolante in Italia al fine di ridurre l’inquinamento e in particolare l’emissione  di polveri sottili, nocive alla salute e all’ambiente.
A tal fine, all’interno della legge di Bilancio, trova spazio anche un contributo fino a 3.000 euro per l’acquisto di un motorino elettrico o ibrido. Tale contributo, fino al 30%, è previsto per chi rottami una motociclo o un ciclomotore per comprare un veicolo non inquinante della stessa categoria.
Come contraltare la nuova Finanziaria prevede anche un’ecotassa che colpisce le auto maggiormente inquinanti, nello specifico la legge prevede un sovraprezzo da pagare al momento dell’acquisto per veicoli che avranno emissioni superiori a 160 grammi di CO2 per chilometro.

Aiutiamo l'ambiente

Al di là dell’aspetto meramente economico, che comunque ha la sua importanza, il rinnovamento del parco auto dei veicoli che circolano sul nostro territorio è auspicabile e necessario al fine di ridurre drasticamente le emissioni nocive che respiriamo.
L’utilizzo dell’elettrico al posto dei combustibili fossili è una realtà che bisogna cavalcare, sfruttando il volano delle innovazioni tecnologiche e della sicurezza stradale.
Il settore delle vetture ecologiche è in costante sviluppo e questo fa ben sperare per il futuro, la tecnologia è sempre più evoluta e questo ha ripercussioni positive anche sull’indotto sia per quanto riguarda le opportunità di lavoro sia per quel che riguarda lo sfruttamento di energie rinnovabili.
Non rimane altro che investire in questo settore, incentivare l’acquisto e contribuire a un cambio culturale importante che metta al primo posto il benessere: nostro e del nostro pianeta.