Home > Blog > Imbiancare casa: i nostri consigli per il fai da te

Imbiancare casa: i nostri consigli per il fai da te

Casa

Come imbiancare casa fai-da-te

18/01/2021

Prendersi cura della propria abitazione è fondamentale. Per questo periodicamente è necessario imbiancare casa. Le linee guida suggeriscono di tinteggiare l’appartamento ogni 3 o 4 anni circa, tuttavia i fattori che possono influenzare la scelta sono svariati. Il rinnovo delle pareti può essere dovuto a elementi come:

  • la presenza di animali domestici in casa o di bambini;
  • ambienti molto umidi, dove si possono creare delle piccole macchie di muffa e umidità.

Imbiancare casa è inoltre una delle prime cose necessarie quando si entra in un nuovo appartamento. In questo caso la scelta di pitturare le pareti è data da fattori come l’igiene e la pulizia: una pittura fresca renderà l’ambiente sanificato e più confortevole. Servirà inoltre a pulire eventuali macchie create dagli inquilini precedenti e in ultimo, ma non meno importante, una pittura fresca renderà il tuo appartamento molto più luminoso donando una sensazione di ampiezza all’ambiente.

Tuttavia, il lavoro può risultare molto faticoso. Ci vuole tecnica, esperienza e molta pazienza. Per non pensare proprio a nulla, puoi affidarti a un professionista, ma il costo del suo lavoro, come scoprirai in seguito, è decisamente più alto. Dunque, la strada che molti percorrono è quella del fai – da – te! Come fare quindi per imbiancare casa in autonomia e senza commettere errori?

 

Imbiancare casa fai-da-te: cosa occorre?

Come anticipato, se vuoi risparmiare puoi sempre ricorrere all’imbiancatura fai – da – te. È sufficiente avere una certa manualità e un pò di tempo libero. Prima di iniziare a dipingere, devi essere sicuro di avere tutto l’occorrente.

Ecco dunque una semplice lista per essere sicuri di non dimenticarsi nulla:

  • Materiali da pittura: pennelli di varie dimensioni, rullo con prolunga o pennellessa, griglia per pulire gli strumenti.
  • Materiali per la vernice: un secchio per versare la tempera e un altro eventualmente per diluirla, un secchiello per l’antimuffa, bastone di legno per girare la vernice.
  • Materiali per buchi e crepe: stucco o malta, contenitore per impastare, spatola, carta vetrata.
  • Attrezzature per la casa: teli di nylon molto grandi per coprire i mobili, nastro di carta adesivo, una scala, fogli di cartone o vecchi scatoloni.
  • Cose per la persona: abbigliamento comodo, una mascherina, tuta in TNT, guanti usa e getta.

È giunto il momento di chiedersi, quanto hai risparmiato comprando in autonomia tutto il materiale? Puoi fare una stima calcolando i prezzi per un appartamento di circa 80 mq. In funzione della qualità della vernice e della tipologia di pennelli il costo spazierà dai 150 ai 400 euro, per la stessa metratura un professionista può chiederti dai 1500 ai 3000 euro. Insomma, un risparmio non indifferente!

 

Come imbiancare casa: i passaggi per una pittura perfetta

Una volta recuperato tutto il materiale necessario, pianifica il tuo lavoro in modo da essere certo di avere il tempo necessario per completare l’attività. Ecco quali sono i passaggi per capire come imbiancare casa e ottenere un risultato (quasi) perfetto:

  1. Prepara l’appartamento: inizia col coprire tutti i mobili con il nylon, stendi sul pavimento i fogli di cartone e fissa del nastro adesivo sui battiscopa e sugli stipiti delle porte per evitare di sporcarle. Non dimenticare di togliere le placche dagli interruttori di corrente.
  2. Predisponi le pareti: prima di iniziare con la pittura, assicurati di aver tolto tutti i vecchi chiodi dai muri. Dopodiché, stucca le pareti e passa la carta vetrata per lisciare la superficie. Se c’è bisogno stendi l’antimuffa e lascia asciugare il tutto.
  3. Inizia a imbiancare: versa la pittura nel secchio e accertati di averla diluita nel modo corretto (ergo: segui attentamente le indicazioni riportate sul prodotto che hai acquistato). Ora puoi iniziare a dipingere. Ricorda di partire sempre dal soffitto e continua a stendere per piccole zone e in modo razionale e uniforme. Completa una parete prima di passare a quella successiva.
  4. Seconda mano: una volta che la prima mano sarà completamente asciutta, puoi ripetere il lavoro per un risultato più omogeneo e duraturo.

Tra la prima e la seconda mano puoi effettuare piccoli ritocchi, utilizzando un pennello a punta tonda. Terminato il lavoro, elimina le sbavature e le gocce di vernice con una passata delicata di carta vetrata.

 

Imbiancare casa fai da te: come pulire la pittura dopo aver imbiancato?

Una volta completato il lavoro di tinteggiatura arriva la parte più noiosa, devi ripulire subito l’appartamento! Questo passaggio è necessario per evitare che le colature di vernice si secchino. Nonostante si siano coperti i mobili con il telo e il pavimento con il cartone, può capitare che alcune macchie cadano su pavimento e mobili.

Per il parquet o superfici in marmo è consigliabile usare prodotti non troppo aggressivi: si può usare il sapone di Marsiglia mischiato a del bicarbonato con acqua calda. Se il pavimento non è particolarmente delicato puoi usare dell’aceto mischiato al detersivo per i piatti. Il tutto dovrà poi essere risciacquato.

Per il mobilio, porte e finestre è consigliato usare dei prodotti specifici per ogni materiale, evitando così di rovinare le superfici.

Con questi pochi e semplici consigli non potrai sbagliare, riuscirai a imbiancare casa senza commettere grossi errori! Magari il risultato non sarà come quello di un professionista, ma vuoi mettere la soddisfazione! Buon lavoro.

Share This