Home > Blog > Fun Mobility: il futuro della mobilità è innovazione e intrattenimento

Fun Mobility: il futuro della mobilità è innovazione e intrattenimento

Osservatorio Verti

Fun Mobility

18/02/2020

Fun Mobility, il futuro della mobilità nei nuovi trend di Trend Movers

Vi ricordate il teletrasporto di Star Trek? Ecco per ora è ancora fantascienza, ma la tecnologia e l’innovazione ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta, verso un futuro non troppo lontano. La nuova indagine di Trend Movers si concentra su Fun Mobility, il futuro della mobilità. Uno dei trend, emersi anche durante il CES (Consumer Electronic Show), è rappresentato dall’idea dell’automobile come hub al servizio dell’utente, non più quindi solo mezzo di trasporto, ma “luogo” di connessione e intrattenimento. Ecco un assaggio di novità che presto potremo vedere sulle nostre strade:

  • Il Predictive Connectivity Manager è il cuore del sistema: con la raccolta dati in grado di prevedere i livelli di connettività lungo il percorso selezionato, si avrà un’ottimizzazione nell’uso delle applicazioni multimediali.
  • Non sai mai quale indirizzo di consegna dare per i tuoi acquisti online? Nessun problema: l’automobile può diventare anche l’indirizzo di consegna per il tuo shopping. Il centro di sviluppo dei nuovi servizi di mobilità e tecnologia Skoda DigiLab sta testando un nuovo metodo di consegna che rende la vita degli automobilisti più semplice. L’innovativo sistema funziona in questo modo: quando l’ordine viene confermato, il corriere può vedere tramite GPS la posizione dell’auto. Al corriere è permesso un solo accesso sicuro al vano bagagli per un periodo di tempo limitato. Consegnato il pacco, l’auto viene richiusa tramite l’app e viene notificata l’avvenuta consegna al cliente.
  • L’idea di Tuber nasce dall’idea di un’applicazione che unisca Tinder e Uber e permetta di trovare qualcuno con cui spostarsi che corrisponda ai propri gusti, che si tratti dell’autista o degli altri passeggeri. Tuber è quindi un mezzo che unisce la mobilità del futuro con la possibilità di mettere in contatto gli utenti.
  • Per la mobilità a 360°, Hyundai ha proposto “Elevate”, una concept car rivoluzionaria che si muove come una macchina e cammina sulle “zampe”, come una lucertola.

Mobilità a tutto tondo: le strade intelligenti e i treni superveloci

A livello macro, il mondo della mobilità sta conoscendo sviluppi interessanti nel campo dei sistemi di trasporto integrato. Anas, per il futuro della mobilità, prevede la connessione tra mezzi, strade e infrastrutture in un ecosistema unitario di dati. Una rivoluzione che poggia le proprie basi sulle strade “intelligenti”. In previsione di un futuro fatto di auto senza conducente. La “Smart Road” è un insieme di infrastrutture tecnologiche che mirano alla sostenibilità e al miglioramento della sicurezza e della fruibilità delle strade attraverso la Digital Transformation (DT). La strada non è più solo un’infrastruttura, ma un insieme di tecnologie che rendono possibile il dialogo tra chi guida, il veicolo e l’infrastruttura, ma anche tra i veicoli stessi, grazie a sistemi di connessione wireless che consentiranno la condivisione di dati su una piattaforma unificata.
La rivoluzione, viaggia anche su rotaie, con treni sempre più veloci e moderni, in grado di ridurre progressivamente le distanze per ogni tipologia di viaggio. Un team olandese dell’Università Tecnica di Delft ha realizzato il primo centro di test in Europa per progettare l’Hyperloop, il futuristico “treno” di capsule, a levitazione magnetica passiva in grado di toccare la velocità di 1200 km/h. Il gruppo ambisce a collegare Amsterdam e Parigi con il sistema di trasporto super veloce entro il 2021
Come vedi il teletrasporto non è poi così lontano

Share This