Come sarà l'auto del futuro

Se dovessi pensare all’auto del futuro come la disegneresti? Con le ali, con i propulsori nucleari, larga e piatta che vola o alta e stretta che sfreccia su strade virtuali?

Auto del futuro

Sembra fantascienza e probabilmente in parte lo è, ma se guardiamo indietro di qualche decennio chi si sarebbe mai aspettato di assistere a un cambiamento così repentino e rivoluzionario dell’industria dell’auto?

La storia dell'automobile dalle origini a oggi

La storia dell’automobile è piuttosto recente, il suo certificato di nascita è datato 1886, quando la casa automobilistica tedesca Benz & Cie produsse la Benz Patern Motorwagen, detta anche Velociped, su progetto dell’ingegnere Carl Benz. Si tratta della prima autovettura nella storia con l’innovativo  motore a scoppio, un upgrade, come diremmo oggi, del motore a vapore, utilizzato per le locomotive ferroviarie. L’invenzione, pari per importanza a quello della ruota, fu rivoluzionaria. L’obiettivo era quello di permettere alle persone di muoversi autonomamente, con un veicolo per il trasporto che sostituisse il traino dei cavalli e animali da soma.

Da allora si segnalano innumerevoli progressi sia dal punto di vista delle prestazioni che della tecnologia a supporto. 

Un esempio per tutti: la diversificazione del carburante che ha visto negli anni diversi progetti e prodotti volti a sostituire la benzina, a partire dalla crisi del petrolio nel 1973 che portò all’affermazione del diesel, fino ai giorni nostri con le auto ibride, volte a contenere l’annoso problema dell’inquinamento. 

E come sarà l'auto del futuro?

La domanda è legittima e il mercato dell’automobile si sta interrogando. Le abitudini di guida stanno cambiando, la mobilità è in continua evoluzione ei problemi ambientali sono sempre più attuali e stringenti. E se questo non bastasse ricordiamo qualche numero emerso durante l’Automotive Disruption Radar

• ogni anno al mondo ci sono circa 1, 3 milioni di vittime per incidenti stradali

• mediamente le auto vengono utilizzate un’ora al giorno, il resto del tempo occupano spazio inutilmente

• il 17% della CO2 prodotta a livello globale è causata dal traffico.


E’ evidente che la mobilità è più che mai un tema all’ordine del giorno per affrontare al meglio il futuro. Molti gli aspetti che sono destinati a cambiare, a partire dal concetto stesso di proprietà dell’auto. Non a caso un trend degli ulitmi anni è legato al car sharing e alla guida autonoma. Due concetti che vanno di pari passo perchè, grazie all’innovazione e digitalizzazione sarà possibile condividere le auto “che si guidano da sole” semplicemente utilizzando un’App. 

Anche il tema ecologico  è un tema caldo e, anche in questo caso, stiamo assistendo a un progressivo cambiamento: dal motore diesel all’auto ibrida fino all’auto completamente elettrica. 

Infine, Google ed Airbus, hanno già disegnato e presentato i rispettivi prototipi di auto volante . Sono dunque molte le sfide che attendono il mondo della mobilità e dell’automobile, ma siamo già con un piede nel futuro!