Auto elettriche: vantaggi e svantaggi

Le auto elettriche possono essere considerate a tutti gli effetti le auto del futuro? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di veicoli?
Auto elettriche vantaggi e svantaggi

Partiamo da questo assunto: le auto elettriche dovranno necessariamente essere le auto del futuro, delle quali si parla già da qualche anno eppure, dati alla mano, l’elettrico è ancora lontano dal sostituire la benzina e il diesel. I motivi sono svariati e dovrebbero prendere in causa molteplici attori: i governi, le aziende, le strategie di mercato, le politiche industriali e chi più ne ha più ne metta.
Dal canto nostro vogliamo focalizzarci sul punto di vista dell’utente, insomma dell’uomo della strada, per capire quali sono i vantaggi e gli eventuali svantaggi dell’acquisto e utilizzo delle auto elettriche.

Impatto ambientale

Indubbiamente il maggior vantaggio delle auto elettriche è proprio sull’ambiente, nello specifico sull’emissioni inquinanti, ergo “smog levati”. Le auto elettriche, infatti, non producono sostanze di scarico che si disperdono nell’ambiente perchè non avviene alcuna combustione, quindi niente CO2 e niente gas serra. In questo senso i veicoli elettrici vengono detti ecologici, anche se, a ben guardare, l’energia utilizzata per ricaricare le batterie viene prodotta nelle centrali elettriche che, a loro volta, generano inquinamento, a meno non venga utilizzata energia pulita (fonti rinnovabili, energia solare, energia eolica, ecc). Per quanto l’energia elettrica abbia un impatto ambientale, a conti fatti, l’utilizzo di auto elettriche ha l’innegabile merito di ridurre le emissioni, a vantaggio dell’ambiente, del clima, dei nostri polmoni e del rispetto degli accordi internazionali di Parigi.

Minori costi di manutenzione dei veicoli elettrici

La meccanica di queste auto è decisamente più semplice rispetto a quella delle auto tradizionali: niente candele, filtri, iniettori da cambiare. Insomma meno componenti e meno liquidi da rabboccare si traducono in un risparmio nei costi di manutenzione. Inoltre la tecnologia e l’innovazione montata su questi veicoli permette anche un’usura limitata dei componenti classici, come l’impianto frenante, che grazie alla frenata rigenerativa permette un utilizzo più moderato del freno. É pur vero che la batteria, il “cuore” del sistema elettrico, è soggetta a usura e i costi  non sono proprio economici, ma va detto che la durata media di una batteria per auto elettrica è piuttosto lunga: si va dai 5 anni o 100.000 km per le batterie al nichel – metallo fino agli 8 anni o 300.000 km per le batterie al litio.

Risparmio sul "pieno"

L’energia elettrica costa decisamente meno rispetto all’energia di origine fossile (diesel, benzina, gas). Fatte le dovute generalizzazioni - dovute al tipo di vettura, al costo medio dell’elettricità rispetto ai combustibili tradizionali, ai km percorsi, ecc. - un pieno elettrico costa la metà rispetto al pieno di benzina o diesel.

Inquinamento acustico

Un ulteriore vantaggio da non sottovalutare è la silenziosità del motore delle auto elettriche. Prova a immaginare il traffico cittadino senza rumore e senza smog? Mica male la sensazione!

Vantaggi "amministrativi"

E i vantaggi non finiscono qui:
•    Bollo auto: se acquisti un’auto elettrica puoi dire addio al pagamento del bollo auto per i primi 5 anni e, per gli anni successivi, potrai pagare un importo decisamente ridotto (fino al 75% in meno, a seconda delle disposizioni amministrative)
•    Libero accesso: in quanto veicoli non inquinanti le auto elettriche hanno libero accesso alle ZTL (zone traffico limitato) previa richiesta autorizzazione alle autorità competenti
•    Ecobonus: incentivi all’acquisto di auto nuove, erogati in misura proporzionale al grado di ecologia del veicolo, fino a 6.000 euro.

Qualche svantaggio ce l'ha anche l'elettrico?

Come tutte le cose belle, anche le auto elettriche hanno delle zone d’ombra che, sostanzialmente, si riassumono in:
•    Il costo di queste vetture è ancora mediamente più alto rispetto alle versioni tradizionali, ma abbiamo visto che il risparmio nel lungo periodo è indubbiamente alto, così come l’incentivo all’acquisto.
•    Autonomia di viaggio: in media un’auto elettrica ha un’autonomia di viaggio tra i 100 e 200 km, ma anche in questo campo la tecnologia sta facendo passi da gigante permettendo percorrenze chilometriche sempre più elevate.
Detto questo, chiudi gli occhi, immagina un mondo senza smog e senza rumori di motori e ricorda il vecchio adagio “chi più spende, meno spende”: ora sei pronto per fare la tua scelta!