Come organizzare il tuo bagagliaio prima di un viaggio in auto

Le sospirate vacanze sono ormai alle porte, solo un ultimo ostacolo ti distrae dall’obiettivo: preparare le valigie e, last but not least, stiparle nel bagagliaio.
vacanze in auto

Brevi o lunghe che siano, in vacanza non vogliamo farci mancare nulla, ma proprio nulla. Cominciamo quindi col dire che sei tu ad andare in vacanza e non la tua casa. Semplice da dire, più complicato da attuare. Ecco quindi qualche utile consiglio per comporre un bagaglio perfetto e sicuro.

Eliminare il superfluo dalle valigie

Prima regola: lascia a casa il superfluo. Niente coperta di Linus quindi, che sia il cuscino ergonomico, la macchina del caffè o quel tomo da 700 pagine che tieni da mesi sul comodino dicendo che prima o poi l’avresti letto, ecco il suo tempo non è ancora arrivato. Un buon antidoto al “riempi valigia compulsivo” è quello di preparare una lista accurata e dettagliata degli oggetti e dei capi di abbigliamento indispensabili per la tua vacanza. Poniti due limiti: la capacità della valigia, tutto ciò che non entra è superfluo, e una data limite entro cui chiuderla, definitivamente.

Organizzare il bagagliaio perfetto

Ora che hai preparato le valigie è necessario stiparle nel bagagliaio in modo che ci stiano tutte e che siano stabili. Ecco qualche consiglio utile:
•    elimina dal bagagliaio tutti gli oggetti accumulati nel tempo, a partire dagli ombrelli, le borse della spesa ingombranti, le scarpe comode per guidare, il cambio del “non si sa mai”. Ogni spazio è necessario.
•    ottimizza la distribuzione dei pesi, quindi disponi le valigie più grandi sul fondo del bagagliaio, in modo da avere il peso maggiore quanto più possibile vicino al baricentro dell’auto. Attenzione inoltre che il peso sia equamente bilanciato, quindi distribuisci in maniera efficace i bagagli a destra e sinistra per evitare uno sbilanciamento che potrebbe rivelarsi pericoloso. Nel dubbio prendi esempio da Furio “Anton Giulio vai al posto di Anton Luca e tu Anton Luca vai al posto di Anton Giulio che c’è un leggero squilibrio” (Bianco, Rosso e Verdone, 1981).
•    assicurati di sgonfiare tutti i giochi, materassini, cuscini per risparmiare spazio; può sembrare banale, ma quante volte ti è capitato di vedere auto con la testa di fenicottero o unicorno uscire dal finestrino?
•    tieni a portata di mano, in una borsa nell’abitacolo, gli oggetti di prima necessità, a partire da acqua fresca e necessario in caso di malori in auto, oltre naturalmente al triangolo e giubbotto catarifrangente
•    nel caso il bagagliaio non fosse sufficiente, ottimizza gli spazi nell’abitacolo: sotto i sedili e nei vani delle portiere per riporre piccoli oggetti.

Come fissare il carico in sicurezza sul tetto dell'auto

Un aspetto fondamentale da tenere in considerazione nel posizionamento dei bagagli è la sicurezza. Tutti le valigie stipate nel bagagliaio e nell’abitacolo devono essere posizionate in modo da garantirne la stabilità. Questo perchè in caso di manovre brusche, come una frenata, si potrebbe creare una situazione di pericolo per i passeggeri e conducente. Quindi evitare di lasciare oggetti sulla cappelliera, anche per garantire una migliore visibilità posteriore per chi guida.
Nel caso la tua auto sia dotata di portapacchi esistono precise disposizioni di legge che regolano la sistemazione del carico sui veicoli. In particolare, “Il carico dei veicoli deve essere sistemato in modo da evitare la caduta o la dispersione dello stesso; da non diminuire la visibilità al conducente né impedirgli la libertà dei movimenti nella guida; da non compromettere la stabilità del veicolo; da non mascherare dispositivi di illuminazione e di segnalazione visiva né le targhe di riconoscimento e i segnali fatti col braccio” (art. 164, Codice della Strada).
In particolare:
•    disporre il carico in maniera simmetrica e posizionare gli oggetti più pesanti nella parte centrale del portapacchi
•    porre particolare attenzione nel caso si viaggi in presenza di forti venti, in quanto la presenza del portapacchi modifica l’assetto aerodinamico della vettura
•    verificare che il carico complessivo del veicolo sia coerente con il peso massimo di carico indicato sulla carta di circolazione
•    attenzione che le dimensioni del carico siano coerenti con quanto previsto dal Codice della Strada, in particolare se il carico sporge oltre la sagoma del veicolo devono essere adottate tutte le cautele idonee a evitare pericolo per gli altri utenti, in primis segnalando il carico con speciali pannelli quadrangolari, rivestiti di materiale riflettente, posti all’estremita della sporgenza.
Se hai seguito tutti i nostri consigli, sei pronto per le vacanze. Buon viaggio!