Incidenti domestici: quali sono i più frequenti e come prevenirli

A tutti noi potrebbe accadere un piccolo infortunio domestico, meglio quindi conoscere quali sono quelli più frequenti: se li conosci li puoi prevenire.

Incidenti domestici: quali sono i più frequenti e come prevenirli

Incidenti domestici: quali sono i più frequenti e come prevenirli

Casa dolce casa... non sempre. Le nostre abitazioni, infatti, possono nascondere insidie: ogni anno circa 4.5 milioni di incidenti domestici, tra cui 8 mila mortali, avvengono all’interno delle nostre case.
Un problema che passa inosservato perchè per molti di noi la casa è considerato un luogo protetto e sicuro. La percezione non corrisponde alla realtà: sono sempre più numerosi, infatti, gli infortuni che accadono all’interno delle mura domestiche.

Quali sono gli incidenti domestici più frequenti?

Secondo il Ministero della Salute le lesioni più comuni sono:
•    42% ferite soprattutto agli arti superiori, legate in particolare a incidenti in cucina
•    26% contusioni
•    11% fratture soprattutto degli arti
•    9% ustioni
Questi sono i dati emersi dal Sinica (sistema informativo nazionale sugli infortuni in ambiente di civile abitazione) che parte da un monitoraggio sugli ingressi in pronto soccorso ospedaliero in un campione di 22 centri distribuiti su tutto il territorio nazionale.
Secondo questo studio i casi più frequenti sono dovuti a:
•    Ferite da taglio causate soprattutto da coltelli e oggetti taglienti (lattine, scatolette metalliche, pezzi di vetro)
•    Cadute (da scale, sgabelli) o scivolate
•    Ustioni derivate da pentole, forno, fornelli, ma anche ferri da stiro, rovesciamento di acqua o vapore bollente, olio e grasso bollente.
Insomma una visione meno idilliaca della nostra casa, che se riflettiamo corrisponde effettivamente a realtà. Quante volte durante il giorno maneggiamo coltelli, elettrodomestici o pentole ustionanti? E quante volte, soprattutto i nostri figli, giocano facendo lo slalom tra mobili spigolosi e oggetti in potenziale caduta libera? Senza tener conto di quanti ostacoli possano esserci sui nostri pavimenti, a partire dai tappeti, che provocano rovinose cadute, stile candid camera, ma ahimè senza risate e con qualche lacrima.

ABC: Anziani Bambini e Casalinghe i soggetti più a rischio

Gli anziani, i bambini e le casalinghe sono le persone che rischiano di più in casa e i motivi sono abbastanza ovvi: da un lato sono legati al tempo trascorso all’interno dell’abitazione, dall’altro vi sono motivi legati allo stato di salute, al livello di distrazione, al rischio legato all’utilizzo di elettrodomestici e, soprattutto per i bambini, a un’ingenua incoscienza e sprezzo del pericolo.

Come prevenire gli incidenti in casa

Ora che conosciamo il “nemico” possiamo combatterlo. Come? Non esistono ricette universali né tanto meno l’opzione di chiudere i nostri cari sotto una campana di vetro (metti poi che poi si rompa!), ma semplicemente alcuni consigli di buon senso:
•    controllare periodicamente l’impianto elettrico: gli interruttori, la rete, le prese, l’impianto a terra sono tutti elementi che possono usurarsi col tempo e quindi necessitano di una verifica periodica. Se non sei esperto rivolgiti a un elettricista in modo da evitare che, per prevenire un rischio, se ne crei un altro
•    manutenzione annuale non solo della caldaia, ma anche di tutto l’impianto di riscaldamento. Ogni due anni andrebbe inoltre controllato il rendimento di combustibile dell’impianto e, se hai un camino, è assolutamente d’obbligo una pulizia periodica della canna fumaria
•    Evitare elementi “scivolosi” sul pavimento: quindi belli i pavimenti con la cera, ma decisamente poco adatti a un’abitazione, attenzione anche ai tappeti che non sono antiscivolo. Insegnare ai propri figli a non abbandonare giochi per terra, soprattutto i simpatici mattoncini colorati, può essere un buon modo per prevenire rovinose cadute
•    In caso di presenza di bambini prestare attenzione a tutti gli oggetti taglienti e contundenti, a partire da coltelli, forbici, cornici in vetro, forchette.
•    Se la casa è abitata da anziani è necessario prestare particolare attenzione all’illuminazione in modo da rendere visibili eventuali ostacoli.
•    Attenzione all’instabilità: mobili traballanti, televisori instabili, soprammobili appoggiati in zone a rischio, sono tutti oggetti che potenzialmente possono provocare danni importanti nel caso cadano addosso a una persona. Leggere con attenzione, per esempio, le istruzioni di montaggio dei mobili è un buona pratica per evitare incidenti.
•    Attenzione a non lasciare stracci, presine, cucchiai di legno troppo vicino ai fuochi del fornello e ovviamente maneggiare con cura pentole e padelle bollenti.
•    Attenzione a conservare in luoghi adatti e fuori dalla portata dei bambini detersivi, sgrassatori, medicinali e in generale, tutti i prodotti per la pulizia della casa: ingerire queste sostanze è a forte rischio intossicazione e avvelenamento.

Ok, ora, se siete superstizioni potete rimettere le mani a posto.