Incidenti con animali selvatici

Siamo nell’ordine dello “strano ma vero”, eppure gli incidenti stradali con animali selvatici non sono così rari. Certo, è difficile che succeda nelle grandi città, anche se ultimamente la cronaca ci ha raccontato di incontri ravvicinati con cinghiali nella capitale.

Incidenti con animali selvatici

Siamo nell’ordine dello “strano ma vero”, eppure gli incidenti stradali con animali selvatici non sono così rari. Certo, è difficile che succeda nelle grandi città, anche se ultimamente la cronaca ci ha raccontato di incontri ravvicinati con cinghiali nella capitale. In ogni caso si tratta di eventi poco frequenti nelle metropoli. Capita, invece, e non di rado, di imbattersi in animali selvatici quando si percorrono strade extra – urbane; d’altro canto la nostra penisola è attraversata dagli Appennini, un eco sistema in cui vive una fauna piuttosto variegata.

In quanto selvatici, e soprattutto animali, non si può pretendere che conoscano le regole base della strada, quindi può accadere di imbattersi, durante la guida, in un daino che attraversi repentinamente la carreggiata o in un cinghiale che, a sfregio del pericolo, punti minaccioso alla vostra auto. In questi casi l’impatto è difficilmente evitabile, con conseguenze sullo sventurato animale, ma anche ai passeggeri e all’auto.

Cosa fare in caso di incidenti stradali con animali selvatici?

Per prima cosa accertatevi che tutti i passeggeri dell’auto stiano bene e mettete l’auto in sicurezza. Una volta appurato lo stato delle persone potete concentrarvi sui danni: se avete con voi un telefono o un tablet, fotografate il luogo del sinistro, i danni dell’auto e l’animale selvatico (salvo che non sia già fuggito). Fotografate, inoltre, qualunque dettaglio che riteniate utile per la dinamica dell’incidente, come per esempio la recinzione della strada non idonea al contenimento della fauna oppure una segnaletica poco visibile. E’ doveroso, inoltre, accertarsi dello stato di salute dell’animale coinvolto e valutare l’intervento del Corpo Forestale.

Una volta documentato il fatto, potete chiedere il risarcimento degli eventuali danni all’ente proprietario o gestore della strada.  I titolari della strada possono essere la Provincia, la Regione, il Comune oppure enti privati come la società autostrade.

L’aspetto più rilevante per la richiesta di risarcimento è dimostrare il rapporto di causa ed effetto tra l’incidente e la presenza dell’animale selvatico; in tal senso le fotografie sono un ottimo strumento, così come le dichiarazioni di testimoni che possono avvalorare l’evento. Meglio sarebbe far intervenire le Forze dell’ordine in modo da ottenere un verbale che attesti la causa dell’incidente.

E’ sempre bene prestare particolare attenzione alla segnaletica: gli enti delle strade sono, infatti, obbligati a segnalare la presenza di animali selvatici. Certo, i segnali non scongiurano l’evento, ma sono utili per mettervi all’erta.