Guida a destra: origini e 5 consigli utili

Gli inglesi guidano a destra, e questo è un fatto, quello che “forse non tutti sanno che” è che non solo gli inglesi guidano a destra, ma anche gli australiani, i giapponesi, gli indiani, molti africani...

Guida a destra

… e la lista potrebbe continuare, in sostanza circa il 30% degli automobilisti mondiali guida a sinistra. E ora una domanda: secondo te perché hanno cambiato il senso di guida? Attenzione è una domanda a trabocchetto. Ti lasciamo pochi secondi…3 2 1: stop. La risposta potrebbe stupirti: in realtà non sono questi paesi che hanno voluto distinguersi dalla massa, ma esattamente il contrario.

Origini della guida a destra e del successivo passaggio alla sinsitra

La scelta della guida a sinistra affonda le sue origini in tempi lontani. Già nel Medioevo i militari e, in generale, tutti i fruitori delle strade avevano l’abitudine a mantenersi sulla sinistra, in modo da poter sguainare agilmente la spada in caso di pericolo. Effettivamente a quei tempi percorrere le strade non doveva essere propriamente una “passeggiata”. Questa consuetudine era dettata dal fatto che la stragrande maggioranza delle persone, da sempre, è destrorsa, motivo per cui divenne ben presto un obbligo. La mano destra libera era necessaria anche per frustare i cavalli e gli animali da soma. 

Fu con la Rivoluzione francese che si “rivoluzionò” anche il senso di marcia, come segno di protesta e taglio col passato. Lo stesso Napoleone mantenne questa nuova consuetudine perché, in quanto mancino, i vantaggi a livello militare erano palesemente sbilanciati a suo favore.

Al di là dell’aspetto meramente storico, vi è una spiegazione più tecnica legata all’assemblaggio delle prime automobili in cui il freno a mano, installato all’esterno della vettura, era posizionato sul lato destro, per permettere l’utilizzo della “mano forte”. Con i progressi tecnologici il freno a mano viene spostato all’interno dell’auto, in posizione centrale, ecco quindi che il posto di guida si sposta a sinistra per favorire l’utilizzo della mano più forte. 

In Italia il passaggio dalla guida a destra a quella sinistra è piuttosto recente e risale al decreto regio del 1923.

5 consigli utili per abituarsi alla guida a destra

Detto questo, come fare per abituarsi alla guida a destra? Se stai programmando un viaggio in un paese anglofono ti consigliamo di: 

• iniziare la tua esperienza con la guida a destra in strade poco trafficate, quindi evita gli ingorghi cittadini, magari fatti un giretto in una zona residenziale o in campagna

• non ti far prendere la mano, quindi evita sorpassi e manovre spericolate

• presta molta attenzione agli incroci e alle rotonde; per quanto la guida sia a destra nelle rotonde valgono le stesse regole della guida a sinistra, quindi potresti farti prendere da un         attacco di “labirintite” 

• per non saper “né leggere né scrivere” prediligi sempre la corsia di sinistra: sarà pure più lenta, ma più sicura 

• ricordati, in caso tu debba dare la precedenza, di guardare prima a destra e poi a sinistra. Questo ovviamente vale, a maggior ragione, anche se sei pedone.