Come utilizzare il climatizzatore dell'auto in estate

D’estate fa caldo, è un fatto. Inutile quindi lamentarsi perché, oltre a essere poco utile, ti farebbe sudare ulteriormente. Meglio affidarsi al climatizzatore dell’auto.
Come utilizzare il climatizzatore dell'auto in estate

Durante le giornate di calura estiva il climatizzatore dell’auto rappresenta un valido alleato, ma attenzione, va maneggiato con cura per evitare sprechi e problemi di salute.

Come funziona il climatizzatore

Partiamo da qualche lezione di fisica: per capire come funziona l’aria condizionata auto bisogna partire dal principio fisico secondo il quale quando un liquido si trasforma in gas assorbe calore e viceversa. In sostanza: l’aria calda presente all’interno dell’abitacolo viene raffreddata nel momento in cui entra nell’evaporatore, all’interno del quale circola il liquido refrigerante. Quindi il climatizzatore auto in realtà non produce aria fredda, ma sottrae area calda dall’abitacolo. Il presupposto è diverso, ma il risultato è lo stesso: un micro clima fresco in auto nelle ore giornate più calde.

Come usare al meglio il climatizzatore auto in estate

Passiamo ora dalla cultura generale al pragmatismo. Come usare il climatizzatore in auto, soprattutto d’estate? La domanda potrebbe apparire banale, ma non lo è. Saper utilizzare in maniera efficiente il condizionatore della tua auto ti farà evitare sprechi e guadagnare in salute. Ecco qualche piccolo accorgimento:
•    ricambio aria: se la tua auto è stata sotto il sole per parecchie ore o comunque la temperatura interna è alta, la prima cosa da fare è aprire portiere e finestrini per fare areare l’abitacolo, in modo da disperdere l’aria calda in modo naturale e solo successivamente attivare l’aria condizionata in modalità automatica.
•    posizionamento delle bocchette d’aria: evita di puntare le bocchette direttamente alla tua altezza, il getto di aria fredda diretto non fa bene alla salute. Meglio puntare le bocchette verso l’alto in modo da innescare una naturale circolazione d’aria a beneficio di tutti i passeggeri dell’abitacolo.
•    temperatura: attenzione a non esagerare con la gradazione. Passare bruscamente da una temperatura elevata a una decisamente inferiore, può arrecare disturbi alla tua salute (dolori articolari, raffreddori, torcicolli, bronchiti e la lista potrebbe continuare). Soprattutto in caso di calura intensa, imposta inizialmente il climatizzatore con uno scarto di pochi gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Avrai comunque il beneficio di un clima meno torrido, senza mettere a rischio la tua salute. Evita in ogni caso uno sbalzo superiore a 6 gradi tra la temperatura interna ed esterna. Prima di uscire dall’auto, aumenta progressivamente la temperatura all’interno dell’abitacolo – o spegni il condizionatore – per evitare di sottoporre il tuo corpo a un impatto repentino, e decisamente poco piacevole, con l’elevata temperatura esterna.

Qualche consiglio per una buona manutenzione del climatizzatore

Una manutenzione periodica dell’impianto dell’aria condizionata è necessaria per scongiurare l’insorgere di cattivi odori in occasione della sua accensione. È necessario quindi:
•    controllare periodicamente il livello del liquido refrigerante
•    controllare il livello dell’olio nel compressore
•    pulire accuratamente l’impianto per rimuovere funghi e batteri
•    sostituire il filtro anti – polline
Non ti rimane altro che goderti un po’ di fresco nella tua auto. A proposito, ricordati di chiudere i finestrini!