Colpi di sonno alla guida,cosa sono e cosa fare

Si chiama Sindrome delle apnee ostruttive del sonno e in Italia ne soffrono più di un milione e mezzo di persone. Perché ne parliamo?

Colpi di sonno alla guida,cosa sono e cosa fare

Si chiama Sindrome delle apnee ostruttive del sonno e in Italia ne soffrono più di un milione e mezzo di persone. Perché ne parliamo? Perché chi soffre di apnee notturne è più soggetto ad accusare il cosiddetto colpo di sonno alla guida. 

Di cosa si tratta

La sindrome delle apnee notturne ostruttive del sonno è una patologia che comporta, come conseguenza, una qualità del riposo decisamente compromessa. I sintomi più evidenti sono le continue pause nella respirazione notturna che, a lungo andare, possono compromettere la salute. Chi soffre di questo disturbo ha un sonno frammentato e incostante e questo determina difficoltà di concentrazione e cali di attenzione durante il giorno. Si tratta di conseguenze che hanno forti ripercussioni durante la guida, con distrazioni al volante e colpi di sonno improvvisi. Secondo i dati dell’ACI, chi è affetto da questo disturbo corre un rischio di incidente stradale fino a 7 volte superiore rispetto alla media. 

Cosa fare

Aumentare il volume della radio, bere decine di caffè o altri rimedi originali come bagnarsi il viso e tenere la testa fuori dal finestrino, sono da evitare. Non risolvono il problema. In caso di colpo di sonno in auto è necessario fermarsi e riposare. Qualora questi sintomi dovessero essere frequenti è importante diagnosticare la sindrome, perché esistono terapie in grado di diminuire sensibilmente la sintomatologia diurna.

In tal senso si è mossa anche la normativa, con il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale in cui si stabilisce che “la patente di guida non deve essere né rilasciata né rinnovata a candidati o conducenti affetti da disturbi del sonno causati da apnee ostruttive notturne, che determinano una grave e incoercibile sonnolenza diurna, con accentuata riduzione delle capacità dell'attenzione non adeguatamente controllate con le cure". 

Suggerimenti

I colpi di sonno sono tanto più frequenti quanto aumentano le ore trascorse alla guida del veicolo. Ecco quindi qualche utile suggerimento in caso di tratte lunghe:

  • fate delle soste. L’ACI suggerisce una pausa ogni due ore di guida;
  • bevete acqua per avere una buona idratazione durante il viaggio;
  • prima di mettervi al volante, mangiate leggero: frutta, gallette di riso, cracker, insomma tutti alimenti facilmente digeribili:
  • non bevete mai alcolici prima di mettervi alla guida.

E, in ogni caso, se iniziate a sbadigliare o avete cali di attenzione, fermatevi: dopotutto è meglio arrivare un po’ più tardi a destinazione che non arrivarci.