Assicurazioni mini e microcar

Le minicar o microcar, sono piccole automobili a quattro ruote con motore, sempre più diffuse soprattutto nelle città congestionate. Vediamo insieme come funziona l’assicurazione per questi veicoli.
Assicurazioni mini e microcar
Le minicar (o microcar) sono piccoli veicoli le cui dimensioni ridotte effettivamente le fanno assomigliare a mini macchine, adibite per il trasporo di persone.
Il Codice della strada identifica questi veicolo come quadricicli leggeri (con potenza inferiore ai 4kV) e come quadricicli pesanti (con potenza fino a 15kV). Ecco alcune caratteristiche:

•    la cilindrata di questi veicoli è inferiore ai 50cc
•    possono essere guidati dopo il conseguimendo della patente AM (per i nostalgici, il vecchio patentino) oltre che con patente A o B
•    l’età minima per guidarli è 14 anni con patente AM
•    possono avere un peso massimo, comprensivo di carburante, di 425 kg (quadricicli leggeri) e 450 kg (quadricicli pesanti)
•    possono viaggiare a una velocità massima inferiore a 90 km/h
•    possono circolare solo su strade urbane ed extraurbane (quindi no autostrade e tangenziali, così come i ciclomotori)
•    per quanto possano essere assimilabili a una due ruote non esiste l’obbligo del casco, ma ovviamente esiste l’obbligo della cintura di sicurezza
•    rispetto a ciclomotori è prevista la possibilità di avere un passeggero

Come assicurare una minicar

In quanto veicoli, anche le minicar sono soggette al pagamento del bollo e alla copertura assicurativa di responsabilità civile. Il costo del bollo è equiparabile a quello del ciclomotore, fatto salvo i criteri tariffari legati alla regione di residenza e al tipo di alimentazione. L’assicurazione di responsabilità civile, invece, si differenzia  in quanto rispetto ai motorini prevede la copertura di eventuali danni subiti anche dal passeggero. Cosi come la polizza delle normali auto, anche il contratto delle minicar prevede una scadenza annuale, senza tacito rinnovo. Per poter sottoscrivere un contratto di assicurazione è necessario comunicare alla propria compagnia, oppure inserire online, i seguenti dati:
•    assicurativi (classe CU, sinistrosità pregressa)
•    tecnici (cilindrata, potenza, marca e modello dei veicolo)
•    anagrafici del proprietario e contraente di polizza.
Così come per le auto tradizionali, il premio assicurativo viene calcolato sulla base di diversi parametri, a partire dai dati del veicolo fino all’età del conducente e della storia assicurativa del proprietario. Anche per le polizze delle minicar è prevista l’opportunità di usufruire della classe di merito agevolata.

Vantaggi delle minicar

Le minicar sono veicoli che si stanno diffondendo sempre più nelle nostre strade, innanzitutto perchè permettono di essere guidate senza la patente B, quindi diventano una valida alternativa per adoloscenti e anziani non in possesso del requisito, ma attenzione a chiamarle “auto che si guidano senza patente” perchè, come abbiamo detto, per poterle utilizzare è necessario essere in possesso della patente AM.
Queste auto stanno però conquistando anche gli automobilisti “patentati” in quanto presentano alcuni vantaggi, soprattutto se guidati in ambito urbano:

•    sono leggeri da manovrare
•    le loro dimensioni permettono di trovare parcheggio con maggiore facilità
•    la velocità è in linea con il trafifco urbano
•    spesso possono circolare liberamente nelle ZTL.