Le auto elettriche fanno rumore con la nuova normativa

Con la nuova normativa EU sulle auto elettriche, i veicoli prodotti da luglio 2019 dovranno munirsi di avvisatore acustico AVAS e “fare rumore”. Addio silenzio dell’elettrico, benvenuta sicurezza dei pedoni!
Le auto elettriche fanno rumore con la nuova normativa
Le auto elettriche stanno progressivamente aumentando anche sulle strade d’Italia, questo significa meno inquinamento, meno polveri sottili e meno rumore.
A proposito di rumore è stata approvata a luglio 2019 la nuova normativa sul rumore delle auto elettriche, in vigore in tutta l’Unione Europea, che obbliga i produttori di vetture elettriche e ibride a montare un avvisatore acustico o AVAS (acronimo di Audible Vehicle Alert System).

Perchè le auto devono fare rumore?    

Le auto silenziose sono potenzialmente pericolose per pedoni, ciclisti, motociclisti e altri soggetti della strada, in quanto la mancanza di rumore non permette di segnalare lo spostamento del veicolo. Prova a pensare a un pedone distratto che, fidandosi dell’udito più che della vista, attraversa la strada perchè non sente il classico rumore del motore? O ancora a tutte le persone ipovedenti e non vedenti che devono basarsi necessariamente sul senso dell’udito per identificare potenziale pericolo.

Cos'è l'AVAS, l'avvisatore acustico?

In aiuto arriva l’AVAS, un sistema di avviso acustico che dovrà essere montato a bordo di tutte le vetture elettriche e ibride in grado di produrre un suono, o forse sarebbe meglio chiamarlo “rumore”, con intensità di almeno 56 decibel. Questo dispositivo emette un suono continuo e in grado di aumentare di intesità in corrispondenza alla velocità di spostamento fino a 75 decibel, proprio come il rumore del motore alimentato a carburante. L’attivazione dell’AVAS è obbligatorio fino a una velocità di 20 km/h e in retromarcia. E ovviamente il suono non può essere disattivato.

Sound delle auto elettriche

Per la serie tutto si crea e nulla si distrugge, anche il “rumore” delle auto può essere ricreato. Quale “rumore bianco” devono emettere la auto elettriche e ibride? La normativa fa riferimento all’intensità del suono, ma non al “sound” che viene, quindi, ricreato dalle varie case automobilistiche. Questo sound viene ricreato da specifici software, programmati da ingegneri del suono che, sulla base del rumore digitale, declinano e “creano” il suono delle auto. Possono essere diversi a seconda della marca, ma anche del modello dell’auto. Si tratta di trovare il sound giusto per l’auto specifica. Un esempio è Volkswagen che differenzia il “rombo” delle auto elettriche in base al modello: Sportive, SUV, berline hanno quindi suoni differenti, a seconda del gusto e della coerenza con l’estetica e la potenza della vettura. Un altro esempio? Mercedes ha chiesto la collaborazione dei Linkin Park, note rockband statunitense, per creare un suono potente e in linea con lo stile della casa automobilistica.

Cosa prevede la nuova normativa

Tutti i nuovi veicoli, in sostanza, devono fare rumore. Con l’attuazione della legge sulle auto elettriche, tutte le nuove vetture commercializzate a partire da luglio 2019 devono essere dotate di avvisatore acustico. E le auto attualmente in circolazione? I proprietari delle auto elettriche e ibride già in circolazione che non hanno il sistema AVAS installato avranno tempo fino al 1 luglio 2021 per adeguarsi alla normativa. Non solo l’Europa, anche negli Stati Uniti hanno preso provvedimenti su questo tema e l’agenzia per la sicurezza stradale americana NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) ha stabilito che il suono prodotto dall’AVAS dovrà essere attivo fino a una velocità di 28 km/h.
Se stai pensando a una città senza rumori del traffico, dovrai continuare a sognarla.